La ricerca del prodotto
LA SELEZIONE DELLE MATERIE PRIME
Per creare un prodotto di alta qualità è necessario partire da materie prime di assoluta eccellenza e di provenienza certificata. La selezione ha richiesto moltissime verifiche,prove accurate, tempo e scrupolosità. Queste le ragioni che hanno contribuito a dar vita ad un prodotto sempre “buono” che appagasse le aspettative dei nostri clienti.
MASCARPONE
Probabilmente il costo elevato del Mascarpone e la sua deperibilità hanno fatto si che il tiramisù entrasse solo recentemente nell’offerta abituale delle pasticcerie.
Dopo aver sperimentato, praticamente tutti i tipi di mascarpone disponibili in commercio, il capostipite dei maestri pasticceri Pompi: Giuliano, ha individuato un caseificio artigianale che faceva al caso. Quei sapienti contadini, nelle nebbiose mattine padane, mungevano le loro vacche dal cui latte avrebbero preparato quel mascarpone che “montava” con la morbidezza e la soffice consistenza desiderata.
BISCOTTI
Altro elemento fondamentale del Tiramisù Pompi è il biscotto. Nella tradizione culinaria italiana le ricette prevedono l’uso di savoiardi o addirittura di pan di spagna. La ricetta del Tiramisù Pompi impone l’uso del “biscotto di Novara”. Un biscotto molto leggero (2-3 gr), senza grassi. L’origine del biscotto risale al XVI secolo, nei silenzi dei monasteri femminili, era conosciuto infatti col nome di “biscottino delle monache di Novara”. Così rimase fino alla soppressione dei conventi, voluta nell’800 da Napoleone Bonaparte.
CAFFE'
Può sembrare una semplice bevanda ma in realtà racchiude più di 1500 sostanze chimiche, di cui 800 volatili quindi avvertibili dai profumi e circa 700 solubili. Altre 13 variabili chimico fisiche incidono sulla preparazione. La scienza del caffè è quindi una branca di studio altamente specialistica. Per questo motivo il Tiramisù Pompi viene prodotto esclusivamente con arabica Illy, l’azienda che ha fondato “L’Università del Caffè”.